giovedì 2 dicembre 2010

Un incontro

Mi sta guardando, Dio che bello, guarda proprio me! E si che stamani sono proprio in tiro, ho fatto bene a comprarmi questo vestitino che mette in mostra le mie forme, mi è costato un occhio della testa ma  vedo che questo investimento sta dando buoni frutti.
Che bell’uomo!
Quanto è alto, affascinante, distinto.
Sto diventato rossa, che faccio, sorrido?
Ora parto con la tattica dello sguardo a singhiozzo: distolgo gli occhi e li rimbalzo  sui suoi.
Certo che è proprio attraente, chissà se è sposato, no la fede al dito non mi pare di vederla, forse anche lui è single come me, che lavoro farà? Per me è un avvocato o un ingegnere, un notaio o un commercialista, sicuramente un dirigente e mi sa che sto facendo il colpo della mia vita!
Non smette di guardami,  ora parto con  un sorriso appena accennato e  lui che fa? Rilancia!
Il cuore mi sta battendo all’impazzata,  sicuramente non posso mollare adesso, devo rimanere qua ad aspettare  una sua mossa.
Immagino già   la faccia che farò quando lui mi dirà qualcosa,  inventerà una scusa per parlarmi, poi andremo a bere  in un bar e parleremo del più e del meno, mi chiederà il telefono e m’inviterà poi  a cena fuori.  Sicuramente è un tipo da fiori, cosa che non farà mancare al nostro primo appuntamento,  mi corteggerà con eleganza e  al nostro terzo incontro m’inviterà a casa sua. Faremo l’amore con impeto e dolcezza,  e mi farà provare nuove sensazioni, giovani emozioni.
Vorrà conoscere i miei genitori e mi presenterà ai suoi, andremo a vivere  in cima alla collina e adotteremo un cane. Mi chiederà di sposarmi  mettendosi in ginocchio  nel ristorante più chic della città, mi regalerà il solitario di Damiani che sogno fin da quando ero bambina. Avremo  due figli un maschio e una femmina e saremo sempre felici.

“Signorina, mi scusi”

“…si?”

“Ecco vede, è da  quando è salita su questo autobus che mi sta pesticciando la mia travel toilet case, mi fa la cortesia di togliere il suo piede da qui? Dovrei scendere alla prossima.”

“Si…certo.”
Posta un commento