martedì 18 gennaio 2011

La donna senza volto

Sono gentile, bella e ben educata
Poco apparente, son la sua fidanzata
Son sempre presente alle sue cene e ai festini
Ci son tante ragazze ma io evito casini
Lo proteggo quando qualcuno gliela sbatte in faccia
Ci provan tutte, sia chiaro, ma mai istigate da magnaccia
E’ perché  è ancor giovin, sorridente,  prestante e audace
Ha l’uccello  biologicamente manipolato e forse è ciò che piace
E’ un uomo ricco che attira milioni di cazzoni
Ma ci son io che veglio notte e dì  i suoi coglioni
Nacqui per questo per sostenerlo nell’amore vero
Non ho nome ne volto, son la donna del mistero!
Posta un commento