giovedì 20 gennaio 2011

Tempi Moderni


“Dai su non fare la pigra, svegliati! Non vedi che altre ti passano avanti?  Non dormire sugli allori e lascia stare i libri che tanto la laurea non ti serve ad un cazzo! …Ultimamente non sai tenerti più come un tempo  e le tue labbra mi paiono un po’ più sgonfie, dovresti ripensare al filler … poi che cazzo di biancheria  intima stai usando? Su con quelle tette, metti in mostra la mercanzia altrimenti quello non ti prende più … Hai visto Samantha? Si lei… è spuntata fuori dal nulla e con un servizietto si è portata via  5mila, un lavoretto da due minuti…te non sei più stupida delle altre, la prossima volta vedi di raccattare di più  del solito ninnolo da ragazzina. …Insomma io non capisco, cosa ti costa? Potresti vestirti  da infermierina, in fondo lui è vecchio …consideralo un lavoro da badante, che c’è di male? Dovresti fare il numero con la Patty,  lui va pazzo per queste cose, lo so che  non ti piace, ma  ti strusci un po’ a lei, fai finta di slinguacciarti,  qualche toccatina, che ci vuole? Io devo ricomprarmi l’auto, poi  c’è il mutuo della casa al mare, la settimana bianca….lo sai i soldi non crescono sugli alberi e poi le tue borse di Vuitton e le tue Blanik costano uno stonfo …datti da fare! Su, adesso chiama  quel tizio, fatti venire in mente un’idea, un gioco nuovo, di che ti sei fatta aumentare il seno di due taglie,  cerca di venderti per benino.
Non so quanto questo potrà durare ancora a lungo, lui è anziano, potrebbe venirgli un infarto o potrebbe finire i suoi giorni al potere, dobbiamo approfittarne ora, spremergli tutto quel che è possibile, tu dagliela, non ti fare problemi. Fai la brava figlia mia, torna a Arcore”
Posta un commento