giovedì 3 febbraio 2011

La posta del cuore II


Ciao Letizia, sono Lorenzo, un ragazzo di 30 anni  e ti scrivo perché sono innamorato. Lei è divina, inarrivabile, so di piacergli, ma, purtroppo abita lontano….Non so  come agire,se dichiararmi …il fatto è che siamo amici e non vorrei tradire questa amicizia. So di piacergli, ma non so come gestire questa situazione.
Attendo con ansia e trepidazione i tuoi consigli,
Lorenzo Bove



Caro il mio giovane dal cuor pulsante d’amorosi sensi, capisco le tue perplessità, le tue angosce.  Io t’invito  ad aprire a lei il tuo cuore, la tua anima, sii con lei sempre dolce, premuroso, dimostrale quanto ci tieni a lei, inzucchera la sua vita di dolci effusioni,  falla sempre sentire importante, dalle il meglio del meglio che hai, cerca di essere un tenero amante e al momento opportuno ..dagliene secche Dio bono!
Immagino che tu  stia sempre con la testa a pensare a lei, che ogni cosa che ti succede vorresti dirlo a lei,  che ogni volta che ti metti a letto, vorresti avere accanto lei. Pensa un attimo che meraviglia una vita insieme..tutti i giorni insieme…tutti i momenti insieme…Tu che stai in bagno rilassato con i tuoi giornaletti e lei che bussa per poter entrare e tu che dolcemente le dici di attendere e lei che s’incazza e tu che perdi la concentrazione e rimani costipato per ore e ore. Lei che, dopo le prime notti folli in cui indossava completini sexy per stuzzicarti,  comincia ad avere sempre meno voglia di fare  sesso con te e  coltiva la sua crescita pilifera anche in parti del corpo che  tu credevi umanamente prive di peluria. Lei che prima diceva  di apprezzare  tutte le cose che facevi nel tuo tempo libero, inizia a intromettersi e dire la sua sugli amici che frequenti . Lei che fino a poco tempo prima ti aveva fatto capire  di non amare i regali fatti nelle feste comandate   ti rimprovera puntualmente se hai scordato di fare gli auguri  alla sorella del tizio del suo nipote del nonno del fratello del cugino di III grado. Lei “Divina Creatura” potrebbe umanizzarsi, quelli che a te sembravano suoi pregi potrebbero diventare fastidi, i difetti di cui non ti eri ancora accorto, potrebbero diventare insostenibili e tu ritrovarti incastrato in una convivenza senza vie di sbocco.
Spero con tutto il cuore di esserti stata d’aiuto.
Attendo di sapere l’esito della  delicata questione mio caro,
un affettuoso saluto, tua Letizia.
Posta un commento