lunedì 28 febbraio 2011

L'attesa


Aspettavo i giorni del tuo ritorno e trepidante
pensavo a te che da me eri troppo distante
Attendevo con ansia e  verginale palpitazione
Il momento della nostra libera passione
Contavo i giorni, le ore ed i minuti
vestendomi per te  dei migliori  tessuti
Profumavo il mio corpo di fragranze
e  nutrivo il nostro amore di speranze
Poi nell’attesa non sapevo più che fare
ed ho scopato Giuseppe, il tuo compare
Posta un commento