mercoledì 27 aprile 2011

Paolina

Carne, pesce, uova, latte,  farina, biscotti, vino … e se fosse intollerante al latte? Meglio prendere anche quello di soia … se non gli piacesse prendo anche quello di riso, d’asina e di capra. Verdura, frutta … la cioccolata non deve mancare, nemmeno le fragole. Devo accertarmi che non soffra di particolari allergie, comunque in ogni caso  il cortisone  ce l’ho.  Dio come sono nervosa, stasera viene a cena da me e deve andare tutto bene. Sono anni che non ho un appuntamento e mi sembra un miracolo che stasera quell’uomo così  garbato  venga proprio a casa mia.  Ho sistemato tutto, ho  pulito minuziosamente, cambiato il letto e mi sono anche depilata … non si sa mai.  Mi devo calmare, sono troppo agitata, non  devo farmi vedere così inquieta. Devo respirare profondamente e non farmi prendere da brutti pensieri. Male che vada ceneremo e sarà un ottima cena. Parleremo del più e del meno, lui  non percepirà la mia ansia, sarà una serata piacevole, mi saluterà con un bacio e prima di andarsene fisseremo per lo spettacolo  a teatro che vorremmo andare a vedere. Tutto senza fretta, non posso  bruciarmi anche questa occasione. Calma … avrò anche il tempo di fare un po’ di meditazione e una bella doccia calda per distendere i  nervi.
Va tutto bene,  me lo devo ripetere costantemente, ma questa testa non fa che volare fra pensieri  rosa e pensieri neri. Mi vedo già felice e incinta a costruire con lui la nostra casa, la nostra vita. Poi penso che lui non verrà, che  presto  riceverò una telefonata o peggio un sms in cui mi dirà che si scusa che  ha avuto problemi e bla bla … forse non avviserà nemmeno e io starà tutta  la sera in attesa  fino  a tardi ... mi abbufferò  piangendo su tutto quel cibo.  Devo  mettere  un freno  a questi deliri della mente,  voglio  essere neutra, devo in tutti i modi devo essere saggia anche con i pensieri, questa non è la prima né sarà l’ultima occasione di avere un appuntamento con un uomo.  La spesa l’ho fatto, ho tutto  il tempo a disposizione per rilassarmi,  comunque andrà sarà un successo.

Questi  erano gli ultimi miei pensieri prima che quella macchina m’investisse togliendomi la vita


Marc Chagall Le Nu au-dessus de VitebsK 1933

Posta un commento