giovedì 25 agosto 2011

Freddie scrive alla Posta del Pancreas

Cara "Posta del Pacreas" ti scrivo per sapere se puoi risolvermi questi dilemmi che mi arrovellano ho un dubbio che m'accora....SE PER LA CHIESA CATTOLICA LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO E' GIA' ABORTO, SORGE UN DUBBIO:
LA SEGA E' OMICIDIO PREMEDITATO? MA SOPRATTUTTO, IL POMPINO E' CANNIBALISMO? E QUINDI POTREMMO CONSIDERARE IL COITO INTERROTTO UN ABBANDONO DI MINORE? E CHE DIRE DEL PRESERVATIVO? NON SARA' PER CASO OMICIDIO PER SOFFOCAMENTO?



•°*˜”*°• •°*˜”*°••°*˜”*°• •°*˜”*°••°*˜”*°• •°*˜”*°••°*˜”*°• •°*˜”*°•

Gentile amico, le tue perplessità non sono affatto banali e meritano risposte sagge ed esaustive. Io sono una fervente cattolica e non posso che non essere d’accordo riguardo le condanne che la Sacra Romana Chiesa fa verso chi  pratica tali atti  al di fuori del vincolo matrimoniale. Qualsiasi matrimonio, anche non il  proprio.   Il sesso è cosa sporca, si possono contrarre malattie e effetti collaterali che in certi casi  inducono un allargamento del giro  vita di molte donne fino all’espulsione di uno o più piccoli esseri strani e lagnosi. Il piacere che ne deriva è solo un inganno di cui Satana  è  l’artefice, non è reale è solo illusorio. Ma cosa sarebbe la vita senza illusioni? E poi come faremmo a comprenderle e riconoscerle se non  seguissimo certi diabolici giochetti?  L’autoerotismo è uno spreco immane di energia, dovresti risparmiare questo eccitamento per me … cioè voglio dire per me non è cosa da farsi così … da solo.  Per quanto riguarda l’orale l’ho sempre preferito allo scritto e il tuo dilemma è  giustificabile solo in caso di messa in pratica di tali training con  partners vegane/i.  Inoltre sono contraria all’interruzione, specie se non si è  ancora arrivati alla meta,  certi obbiettivi andrebbero raggiunti insieme, è  un peccato mortale lasciare l’altra persona non dico all’inizio della corsa ma addirittura ferma sulla pedana di partenza.  L’uso del preservativo non induce alla morte se si prendono le dovute attenzioni, potremmo evitare certi sprechi riponendo la materia ad esempio nel terriccio delle piante, non per vantarmi ma ho dei ficus da urlo in salotto che sono l’invidia di tutte le mie amiche.

Ricorda caro  mio giovane e aitante amico, io sono qui per te,  quando vuoi e come vuoi, perché dovrei limitarmi a rispondere in maniera asettica qua su posta elettronica quando potremmo incontrarci e scambiare i nostri punti di vista dal vivo? Io  abito sola, casa mia è  confortevole,  potresti passare a qualsiasi  ora del giorno e delle notte, io ti aspetto, ho sempre lo champagne in frigo da tempo … ormai è diventato una riserva speciale. Risolverò ogni tuo dubbio e offrirò a te generosamente la mia esperienza.
Tua, tutta tua, Donna Letizia


Posta un commento