martedì 18 ottobre 2011

22 e 23 Ottobre 2011 all’Aquila lungo la statale 17

C’è un verde che pare inghiottirti, lo respiri e ti fa sentire bene.
Ci sono le montagne che ricordano le storie remote di briganti, orgoglio e libertà di una terra, di un popolo.
Ci sono i paesi arroccati che proteggono e conservano  memorie antiche.
Ci sono cibi e  vini che hanno il sapore  di amore per le proprie radici, per la propria famiglia di generazione in generazione.
C’è una città che racconta la storia dell’uomo, una città che è morta e rinata infinite volte, una città ancora ferita.
C’è una strada la Statale 17 con le sue storie che accarezzano i paesi tra la conca aquilana e il piano di Navelli e c’è una donna che il prossimo fine settimana ci accompagnerà lungo questa strada raccontandoci storie minime di transumanza.
C’è che potrebbe essere una buona idea, per conoscere, capire, riflettere
Da noi si dice che la robba de campagna
è di Dio e di chi se la magna.
La casa di Ofena è di chi ci ha vissuto.
Il terremoto è di chi lo ha subìto.
Le storie sono di chi me le ha regalate e mie
che le ho prese, e vostre, se le volete ascoltare.”
Barbara Summa “Statale 17-storie minime transumanti”

Viaggio all' Aquila lungo la Statale 17 (comunicato stampa)


Se nell’autunno del 2009 al grido di “Ho il titolo. Ho le foto. Ho le storie. Ho le ricette…” Barbara Summa, in (blog)arte Mammamsterdam (http://mammamsterdam.blogspot.com/), ha annunciato dal suo blog il primo passo del suo libro Statale 17. Storie minime transumanti pubblicato da Èxòrma, oggi, a due anni di distanza, è arrivato un altro annuncio, se possibile ancora più coinvolgente: 22 e 23 ottobre 2011, Viaggio all'Aquila lungo la Statale 17. Una transumanza, una gita, un viaggio dal vero nei luoghi di cui abbiamo letto e di cui Barbara Summa ha parlato nelle molte presentazioni del suo libro giunto già alla XX edizione. Chi vuole partecipare si aggiunga, una carovana di macchine colma di amici dell’Abruzzo lo attraverserà in un weekend di ottobre! 

Un incontro lungo l’autostrada, una gita autogestita ma con una guida d’eccezione: Barbara Summa racconterà, introdurrà e ci farà entrare in relazione con i luoghi e le persone della sua giovinezza, che usciranno dalle pagine del libro e incontreranno chi vorrà sfidare se stesso e partecipare ad una gita così particolare. Seguendo la Statale 17: si incontreranno Popoli, San Benedetto in Perillis, Navelli, Capestrano, Ofena, Villa Santa Lucia e Castel del Monte, Campo Imperatore e Santo Stefano di Sessanio, Calascio e la Rocca, Caporciano e Bominaco, Fontecchio e infine l’Aquila. Questi nomi sono stati protagonisti delle cronache d’Abruzzo negli ultimi anni, e in questo viaggio diventano realtà, senza più la mediazione delle parole e delle pagine dei giornali e delle immagini della televisione: Barbara Summa con quest’idea offre la possibilità a chi vuole partecipare di aver a che fare a tu per tu con questi luoghi che evocano monti, curve e salite, paesi rotti da terremoto e paesaggi incontaminati salvi e in pace con la natura, di incontrare le persone che ci vivono e che li amano, di mangiare e bere i cibi e le emozioni d’Abruzzo; offre la possibilità di rendersi conto di quello che c’è, quello che si può fare e quello che bisogna fare in presa diretta, e non è poco.  
Ogni informazione, aggiornamento o chiarimento sono reperibili sulla pagina Facebook creata per l’occasione (www.facebook.com/pages/Viaggio-All-Aquila-lungo-la-Statale-17/251084818262873) o sul blog (http://mammamsterdam.blogspot.com/search/label/%23viaggio%20all%27%20Aquila-SS17). Si tratta di un progetto che cambia e cresce ma con già alcuni punti chiari che dimostrano ancora come questi progetti nati dalla rete sono in grado di diventare quanto prima reali e concreti. Ci si muoverà in macchina e chi ha posti o ne cerca lo può far presente a barbara@madrelingua.com o solo dal 18 al 23 ottobre al numero: +39 349 4250746  oppure iscrivendosi alla pagina Facebook. 
Si pranzerà in montagna, con una cifra fissa di 20,00 euro, senza doversi preoccupare di altro se non di mangiare e assaporare il cibo d’Abruzzo; si dormirà e ci si cucinerà e mangerà insieme a Fontecchio (www.il-borgo.it) dove ognuno potrà/dovrà prenotare in autonomia ma ad un prezzo di favore, in quanto membro di questo gruppo in esplorazione (25.00 euro a testa in appartamentini con bagno condiviso). All’Aquila si farà ‘da sé’ per mangiare e bere ma si farà ‘insieme’ nell’incontro che verrà organizzato con gli abitanti dell’Aquila. Perché Barbara Summa dice ai partecipanti che noi “Siamo gli amici che vengono da fuori, che restano solo un giorno, ma che in quel giorno vogliono fare qualcosa di più del tour disastri & sfighe. Vogliamo capire, vogliamo rimboccarci le maniche, vogliamo girare per L' Aquila com' è e farci spiegare cosa stiamo vedendo esattamente” .

Per informazioni:

http://mammamsterdam.blogspot.com/search/label/%23viaggio%20all%27%20Aquila-SS17

www.facebook.com/pages/Viaggio-All-Aquila-lungo-la-Statale-17/251084818262873

barbara@madrelingua.com


Posta un commento