giovedì 13 ottobre 2011

Pensieri e Parole (cover)

Grazie a Lorenzo Casini per l'elaborazione grafica

Che ne sai tu di un Premier
che truffava,
che soltanto pagando trombava, 
di un parlamento che lo salva dai guai
che ne sai?
E di un Bossi tutto ottuso 
in avaria, 
della Camera piena d’isteria, 
della crisi e la democrazia
che ne sai?



Conosci me, la mia bontà  
tu sai che oggi pagherei 
la tua lealtà 
conosci me il nome mio 
tu solo sai 
se è vero o no 
che mi credo Dio



Che ne sai tu del voto
sovrano, 
delle leggi che spesso profano, 
la paura che ti prenda per l’ano
che ne sai? 


L'umore mio 
è a terra ormai 
e cerca voti 
in parlamento e tu lo sai



Davanti a te 
c'e' solo Antigua 
la farsa è già finita 
le calde notti e i freddi giorni 
Silvio vai e non torni perché
davanti a te 
c’è un bel pendio 
(dammi forza mio Dio) 
o un altro uomo 
(che non chiede perdono) 
e nuove notti e nuovi giorni 
ora vai a fanculo per noi





Conosci me  (che ne sai tu di un viaggio verso Putin)
quel che darei (che ne sai di un rapporto sadomita)
perché negli altri 
ritrovassi i voti miei (di due occhi sbarrati di una Mara sfinita)



Che ne sai di un Premier 
che cantava, 
che parlava e mai niente diceva?
Eppur  quel che diceva chissà 
perché chissà 
non è mai verità



Davanti a te 
c'e' solo Antigua 
la farsa è già finita 
le calde notti e i freddi giorni 
Silvio vai e non torni perché
davanti a te 
c’è un bel pendio 
(dammi forza mio Dio) 
o un altro uomo 
(che non chiede perdono) 
e nuove notti e nuovi giorni 
ora vai a fanculo per noi
Posta un commento