mercoledì 28 dicembre 2011

Per Stefania, per le altre, per noi tutte

Ho appena letto l'articolo di Stefania Noce Ha ancora senso essere femministe?. Stefania è la 136a vittima di quello che  Femminismo a Sud chiama "Bollettino di Guerra". Stefania era una giovane brillante donna, non sapevo chi fosse fino a poche ore fa ma, leggendo il suo articolo, ho riconosciuto il sano entusiasmo di chi lotta per la parità di genere, di chi è convinto  di quanto ci sia da fare ancora nel mondo e nel nostro paese per le donne, per i diritti alla maternità, contro le discriminazioni sul lavoro, contro la violenza. L'ultima frase del suo articolo mette i brividi: "... le donne sono ovviamente persone di sesso femminile prima ancora di essere mogli, madri, sorelle e quindi, che nessuna donna può essere proprietà oppure ostaggio di un uomo, di uno Stato, né, tanto meno, di una religione." Avrei voglia di risponderle che oggi più che mai ha ancora senso essere femministe perché fatti come questo non accadano più. Il mondo ha bisogno di persone belle come Stefania,  la sua morte rende più brutto e povero questo paese.



Il movimento studentesco catanese ha realizzato una bacheca virtuale per ricordare Stefania: http://www.movimentostudentesco.org/cultura-e-culture/una-bacheca-virtuale-ricordare-stefania
Posta un commento