giovedì 28 ottobre 2010

La Donna Cannone

Salve sono la Donna Cannone,  quella fragile figura di  donna che  si è ingoiata la vita e che se la tiene dentro per paura che qualcosa  scappi via. Cerco di riempire continuamente questo  infinito vuoto d’amore, mi sono persa ormai in questi kg e credo che   difficilmente riuscirei a ritrovarmi.  Ho una terribile ingordigia che non finisce mai,  non riesco a fermarmi in questo lento inevitabile suicidio.  Non fosse per  la mia testa che ostinatamente si permette di tradirmi e di sognare potrei anche non soffrire, potrei limitarmi solo a respirare faticosamente e ad ingurgitare il mondo.
Ingoio anche i vostri sguardi e le vostre  maligne parole ed ho  allo stesso tempo  fame di giustizia, vorrei gridare  al mondo chi sono al di la di cosa sono, perché sembrare è peggio di essere,  perché ormai sotto questa ciccia mi sto seppellendo anche insieme alla mia luce.
Io mi sono fatta questo senza accorgermene e non so tornare indietro e non riesco a guardare avanti,  cosa sono diventata, un fenomeno da circo?
E continuate a guardarmi stupiti….sconcertati dalle mie parole, ma forse dovrei  stare zitta e dimenticare i mie  veri desideri, volare è  solo una  fantasia..adesso apro il frigo.
Posta un commento