sabato 4 dicembre 2010

Isn't It Romantic?

Dolcissimo amore mio, ricordo ancora il nostro primo incontro e le palpitazioni che ancor provo ogni volta che ti trovi qui di fronte a me.  Tu eri bellissimo e mi sei apparso in un momento  della mia vita dove , certo, non pensavo a questo. I tuoi occhi che si posarono  sui miei, ricordo le tue prime timide parole, il tuo viso arrossito e ancor oggi  mi commuovo a pensarci. Mi sorprendesti per la tua audacia che, già,   intuivo quanto  ti costasse.  Tenero uomo mio che hai regalato la magia di un amore alla mia vita  che era arida di sentimenti ,  sei l’unico essere che potrei mai amare.
Il nostro amore non ha mai subito tempeste,  è nato libero e forte ed è cresciuto con noi, rende ricca e speciale la nostra vita,  ci fa differenti   ai più che vivono di piccole meschinità. Ci bastiamo, ci compensiamo, ci completiamo, siamo folli l’uno dell’altra, siamo  esseri celesti caduti sulla terra per poterci cibare  del nostro  straordinario sentimento.  Tu sei la luce che  rende radiose tutte le mie giornate, sei la mia coperta quando ho freddo,  la leggera brezza che mi accarezza il corpo quando  è torrido, sei il mio ieri, il mio oggi e sarai il mio domani.  Io vorrei gridare al mondo il nostro amore, la nostra felicità, il nostro incantesimo.  Forse non dovrei chiedere  niente di più a te che  mi accompagni  nei giorni luminosi e nei giorni  bui, che sei presente ogni volta che ho bisogno di te, a te che sei   il mio giardiniere e io  l’orchidea più preziosa del mondo,  tu mi  nutri, mi disseti e fai di tutto per proteggermi dalle intemperie.  
Tesoro mio, niente adesso manca  nella  mia vita, niente a parte questo: quand’è che scopiamo?
Posta un commento