sabato 29 gennaio 2011

Il Giudicante


Io non giudico, per carità, non sta a me dare giudizi, solo che vi dico che è inutile, che tanto non cambierà niente. Non lo dico perché penso di essere migliore di voi, lo dico perché lo sono punto e basta. Poi cos’è tutto questo casino con le pentole? Non mi pare il caso di coinvolgere anche i vostri figli, io non l’avrei mai fatto, ma voi fate pure. Tanto l’Italia non cambierà mai e se qualcosa cambierà non sarà certo grazie a voi. Io voglio solo rimanere seduto in disparte. Si lo vedo che c’è un clima d’ingiustizia sociale, ma non mi metto certo fuori casa il sabato mattina a menar le pentole, qualcuno potrebbe pensare che sono un contestatore. Io sono un libero pensatore, a mio modo un saggio per questo vi dico che sbagliate se pensate di richiamare l’attenzione, se pensate che qualcuno sentirà la vostra indignazione. Meglio che pensiate ad altro, ma ripeto, io non voglio giudicarvi.
Vorrei dire inoltre che stare al caldo è meglio, che è meglio stare al riparo. Io non mi sono mai esposto. Io non ho mai partecipato, io non ho mai contestato il governo, le istituzioni. Ho le mie idee, al limite mi metto a scriverle su facebook, ma in piazza no, lo trovo inutile. Potrebbero aumentare le tasse, potrei perdere il lavoro, potrei non riuscire a mandare i mie figli a scuola, potrei non essere curato se fossi malato, ma al momento non m’interessa e non sarete certo voi a cambiare le cose. Tanto è tutta una mafia, tutti i politici sono uguali a destra e a sinistra. Io non voglio giudicare, ma per me siete solo dei poveri illusi.
Posta un commento