mercoledì 23 febbraio 2011

Eros e apate

Nella mia testa i pensieri  fan le orge
e fra di loro nessuno quiete  porge.
Ci sono concetti dalle grandi tette, lesbiche e gay,
gang band, pussy, funny, disperate pene son i deliri miei,
poi mistress e schiavi che leccano neri lucidi stivali,
è un bordello di pensieri comandati da traballanti maiali.
Ho la mente fetish nonostante il bondage che  verso lei tento di effettuare,
in lattex son le mie meningi e ormai niente ci posso fare.
Non sono sadica né  masochista, la mia è masturbazione celebrale,
è solo confusione delle idee, pensieri contorti che vanno a male.
Raggiungerò al fin l’orgasmo e so che questo pace mi darà,
non userò il dildo o artificiosi sexy toys per ritrovar la mia serenità.
Intanto a te coglione dedico con tutto il cuor la mia poesia,
tu che su google cercavi sesso e ti sei scontrato con la mia fantasia.
Rido sadicamente e penso che non è poi così strano
io che inganno te che cercavi di stuzzicarti l’ano.
Posta un commento