mercoledì 18 maggio 2011

Mutation

                                                       click to play


Prendila così, sbattila bene. Usa le tue mani con più forza e poi affonda. Cerca di metterti in una posizione in cui puoi dominarla.Scuotila ancora, su. Deve apparire come un corpo unico, pigia forte non ti fermare, certe cose vanno fatte bene. Lo vedo che hai tutte le mani sporche ma fregatene, a pulire gli schizzi siamo sempre in tempo e nessuno si accorgerà di come avevamo ridotto la casa. L’importante  è andare fino in fondo allo scopo, io faccio la mia parte e tu la tua, continua, hai ancora altri minuti. Ora usa i pugni, devi essere  duro, non fare la fighetta, affonda! Bravo, così..adesso lasciala riposare, non è finita ma   a questo punto la lascerei tranquilla per un paio d’ore.  
Riprendiamo il lavoro socio. Leva quel telo, vedi come il tuo accanirti su di lei  la stia facendo gonfiare, adesso è irriconoscibile, sei soddisfatto? Io ho un brivido di piacere tutte le volte che riesco in questa impresa, ormai sono anni ma ogni volta è sempre emozionante. Tirala fuori di la e ricomincia a sbatterla con forza, ormai è quasi finita. Vedi come la sua struttura si è trasformata? Sei stato bravissimo, io con tutta la mia esperienza non sarei riuscita a maneggiarla così bene, ma tu sei forte e lo hai saputo dimostrare. Adesso continua , bravo … si direi che adesso è proprio finita. Ora predirla e appoggiala su quel tavolo che procediamo a sezionarla. Bene, siamo un’ottima squadra non c’è che dire, ora  distendiamola pezzo per pezzo, tu dagli la giusta forma che io penso a come condirla. Il  forno è già caldo, fra 10 minuti potremo  mangiare la nostra pizza.


Posta un commento