mercoledì 31 agosto 2011

Backstage on Miss ... (e qualcosa) 2011


“Allora ti ripasso i dettagli perché non possiamo commettere il più piccolo errore. Non devi fare minimamente cenno all’operazione di mastoplastica additiva che hai fatto a 16 anni, non è che qua non tollerano la chirurgia estetica è che c’è sempre qualche moralista che potrebbe rompere il cazzo sul fatto che eri minorenne. Hai letto Libero stamani?”
“Si”
“Con Tolstoj a che punto sei?”
“Senti a me la storia di quella sfigata non piace proprio, è una palla! Ma non posso continuare a leggere qualcosa di più  giusto come Moccia?”
“Lo so, hai ragione, ma a questo giro vogliono imporre un certo modello culturale, probabilmente vogliono far contento qualche comunista di merda che però è amico di amici … Ti capisco, è un sacrificio, ma hai il Bignami,  ce la devi fare a tutti i costi, ho investito tutto su di te.”
“Io ho paura, quest’anno poi ci sarà anche la concorrenza di quelle ciccione …”
“Figurati, non devi temere, quelle li non vinceranno mai, hanno introdotto la 44 solo per passare bene con un certo tipo di stampa sempre pronto a gridar contro la moda e l’anoressia, a proposito, mica hai mangiato stamani?”
“Ma no che dici, sono  due giorni che vado avanti ad aceto”
“Perfetto perché non voglio assolutamente che tu risulti gonfia, né patita. Ovviamente quando ti chiederanno cosa fai per mantenere la linea dirai …”
“Lo so, lo so, dirò sono fortunata perché posso mangiare tutto quello che  voglio senza ingrassare di un grammo, che  lo sport lo pratico il giusto e bla bla bla … Piuttosto mi preoccupa la valutazione di quel giudice, dicono che sia piuttosto severo e incorruttibile”
“Ho sistemato tutto, ognuno ha i suoi punti deboli, a lui  di voi  4 sgallettate non gliene fotte niente, lui ama gli uomini e siccome io sono ancora piacente … “
“Che bello, mi hai tolto proprio un grande  pensiero.  Sei un papà meraviglioso!”

Posta un commento