martedì 30 agosto 2011

Howl (urlo) ... e che lo spirito di Ginsberg mi perdoni

Ho visto le migliori dementi della mia generazione
distrutte dall’idiozia, 
insofferenti,  isteriche,  mai godute
trascinarsi per strade di negri all'alba in cerca di un mandingo libidinoso
bimbeminkia  brandire convinte  frasi ad effetto sgrammaticate e stellate sulle pagine di facebook  nel meccanismo della notte,
Ho visto le migliori dementi della mia generazione che mangiavano poco in hotel ridipinti o bevevano diet coke vedendo Mc Beal Ally,
stolte,   si gonfiavano il torace notte dopo notte con push up, con protesi, con  vestitini a scolli aperti, olio nei reggiseni che  se bucati sono  cazzi e balle-sballi senza fine,
Ho visto le migliori dementi della mia generazione
che vagavan su e giù a mezzanotte per balere  chidendosi dove andare, e andavano deluse, senza lasciare cuori spezzati,
Ho visto le migliori dementi della mia generazione
che trombavano nei Suv  con tipi strafatti di  
citrato di sildenafil  su impulso invernale mezzonotturno illampionata pioggia di provincia,
Ho visto le migliori dementi della mia generazione
che ciondolavano affamate e sòle canticchiando la  Houston credendo fosse jazz
o sesso o zuppa, e seguivan quel brillante spagnolo per coversar d'America latina e d'Eternità, tempo sprecato, e poi via per nave a scopar in Africa...
Allen Ginsberg 

Posta un commento