giovedì 2 febbraio 2012

Sentenza aberrante, scatta la protesta nei social network

V'invitiamo a oscurare le vostre immagini profilo  come segno di protesta per l'aberrante sentenza della cassazione che ha stabilito l'applicazione di "misure cautelari alternative" per i reati di violenze sessuali del "branco". 


Personalmente non penso al carcere come luogo di redenzione, ma una sentenza così schifosa potrebbe scoraggiare  le denunce e incentivare le merde ad essere sempre più violente. Spero che questa notizia si diffonda perché riguarda tutti. Io non voglio continuare a crescere mia figlia in un paese così incivile e brutale




Posta un commento