mercoledì 18 luglio 2012

Rossella Urru è libera!

La Sardegna in tutto questo tempo non si è mai dimenticata di lei, la famiglia ha aspettato per nove mesi la sua liberazione subendo l'angoscia di notizie spesso contraddittorie sulla sorte della loro cara. I ragazzi di Samugueo si sono adoperati per far conoscere questa vicenda e per sostenere la famiglia Urru. Mesi fa le Donne Viola lanciarono su Articolo21 un appello per la sua liberazione, appello ripreso da tantissime persone.  L'immagine di Rossella è rimbalzata ovunque e insieme alla sua vicenda si è parlato anche di quella degli altri italiani tenuti in ostaggio dai rapitori. In questi mesi sono stati liberati quasi tutti, manca ancora all'appello Giovanni Lo Porto cooperante rapito in Pakistan  nel gennaio scorso ed è  purtroppo  venuto a mancare  Franco Lamolinara ucciso, nel tentativo di liberarlo insieme al suo collega inglese, durante un blitz da parte del governo britannico. 
Oggi voglio anch'io ringraziare le persone che hanno parlato di Rossella, i quasi 500 blog che aderirono all'appello lanciato qua  nato nel  gruppo #donnexdonne alla ricerca delle buone prassi al femminile, le mie amiche Donne Viola sempre attente e incoraggianti, Beppe Giulietti di Articolo21, il TG3web, Alessandra Giraldo che con la sua iniziativa ha portato innumerevoli comuni di piccole e grandi città ad adottare striscioni raffiguranti Rossella, Claudia Zancheddu, Claudio ChittaroMax DejavuPaolo xl e tutte le persone che tutti i mesi su twitter e su facebook si sono presi a cuore Rossella.
#maipiùostaggi
Come dice la mia amica Francesca Mel  per Rossella ci siamo uniti in un abbraccio di fratellanza e sorellanza che ha sfondato muri invisibili, adesso facciamo il tifo affinché anche la famiglia di Giovanni Lo Porto possa provare presto la stessa gioia degli Urru.
immagine di  Stefania Anarkikka
Posta un commento