venerdì 4 marzo 2011

La Donna tipo MG (dedicata a Silvia)

Care amiche e cari amici, in questa nuova puntata voglio parlarvi di una tipologia di donna assai diffusa e fastidiosissima: la donna Mai Goduta.  Questa specie di essere umano femminile viene  anche  denominata FL: fica lessa. Si riconosce facilmente perché si presenta sempre con la tipica aria a “dolor di corpo” (anche se non  soffre di particolari problemi digestivi).  E’ una persona terribilmente angosciata  e questo le da dei fantasmagorici superpoteri, difatti riesce a cambiare il clima dell’ambiente dove si trova facendo precipitare la temperatura di diversi gradi con la sua sola presenza. Le sofferenze di cui è tormentata possono essere molteplici e tutte impareggiabili in confronto alle  varie pene dell’intera umanità. Potrei citare un paio di esempi: se  tu hai la febbre, le tonsille che ormai hanno le dimensioni di due feti obesi e non riesci nemmeno a respirare, lei ti dirà che non è niente rispetto alla sua misteriosissima allergia che l’affligge  dall’infinito passato di kuon ganjo* e che le rende la vita un inferno. Se tu hai un marito che ti picchia,  ti fa sparire lo stipendio, beve, si droga e ti porta in casa le sue amanti, lei ti dirà che sei comunque fortunata ad avere una persona accanto.
Niente riesce a smontarla, vive in una perenne nostalgia canaglia (cit), rimpiange il passato, rimpiange il presente e rimpiange il futuro avendo, premeditatamente,fatto debitamente i suoi conti da qui all’eternità.
Sul lavoro si dimostra una larva, ma solo con i colleghi. Con i superiori riesce ad avere contatti sorprendenti. Potresti esserti fatta un mazzo incommensurabile facendo il tuo lavoro, il suo e quello delle altre Mai Godute e decidere finalmente di prenderti un caffè. Ecco, è  statisticamente provato che  in quel momento passerà sicuramente  il tuo capo che troverà  te in cucina e lei in ufficio impegnatissima con l’unica pratica che le sue manine d’oro abbiano osato toccare  in tutta la giornata.
Questa donna non ha mai grandi problemi economici, vive in una casa del comune, o regalata dai genitori, oppure lasciata dall’ex marito il quale le passa alimenti stratosferici, manco dovesse sfamare la famiglia Bradford.  Eppure si lamenta continuamente del costo della vita e si fa quasi invidiosa della tua situazione di  madre single con mutuo e tetto da riparare.
Per lei, povera vittima del mondo, tutto è dovuto e tutto è sofferto. Niente la rende felice, ne il suo uomo, ne i suoi vestiti, ne i suoi figli, ne il cibo. E questo lo fa pesare terribilmente a tutti.
Uno dei misteri che particolarmente mi colpisce è che la donna MG riesce sempre a trovare  fidanzati generosissimi, che la portano a teatro, ai concerti, che le offrono vacanze da sogno  e che spesso cucinano per lei, ma qui rischiamo di divagare aprendo l’argomento dell’homus coglionides di cui parleremo più avanti.
La  donna MG è uno dei mali dell’umanità e al momento le ricerche scientifiche non  dimostrano di aver fatto progressi riguardo a questa malefica invasione. La cosa più sconcertante è che non è possibile, come nel caso de l'uomo col mestruo , evitare contatti con  questa femmina sconsolata, per cui non mi rimane che lanciare un appello per raccogliere le testimonianze delle sue vittime e cercare insieme un conforto comune riunendoci in gruppi di auto/aiuto.
Amiche e amici, facciamoci coraggio.
*Kuon ganjo: Tempo senza inizio. Chiamato anche infinito passato. Il termine kuon ganjo è usato per indicare un'eternità senza inizio, opposta allo specifico istante di tempo chiamato  gohyaku-jintengo, che è esposto nel sedicesimo capitolo del Sutra del Loto. Kuon ganjo suggerisce un passato di gran lunga più remoto dell'anche inconcepibilmente lontano gohyaku-jintengo, ma, da un punto di vista filosofico, indica quella dimensione che si trova al di fuori dell'ambito temporale senza avere nè inizio nè fine.
Posta un commento