domenica 19 giugno 2011

La Foule


Ancora un po’ arranco.
Sono frullata in un vortice di voci.
        Ma io chi sono? Cosa sono? Com’è che mi sto perdendo?

Mi sento  stordita.
                         Dove si sarà cacciato il metro con cui misuravo le mie poche certezze?
Ma io sono  CIPRESSA, questo vento può solo farmi oscillare, non è così?
Penso ad una fuga tattica, ma questa folla mi strega e rimango imprigionata su questa strada, rido,  ballo ma non vedo vie di uscita perché  ho solo voglia di abbandonarmi a questo delirio di folla…folla, follia, folle,  le folie mort…
Dove sono finita?
Finita … io non sono finita, sono in eterno definire.
Dicono che chi si ferma e perduto e io mi sono sola un po’ smarrita in questa folla.
Mi perdono, me lo devo.
 




Posta un commento